Il regista Winspeare a Gibellina, il sud fra ragione e sentimento

3 maggio 2008 di Egidio Morici

A Gibellina, lunedì 5 maggio alle 9,30 c’è Edoardo Winspeare.
Terrà una lezione-conferenza al CRESM (ingresso gratuito).
Il regista pugliese, promotore dell’associazione “Coppula Tisa” ha da poco finito di girare il film “I Galantuomini“, una storia d’amore tra un uomo e una criminale, con la partecipazione di Beppe Fiorello (ascolta l’audio-intervista di Patrizio Longo).

La sua non sarà la solita conferenza cattedratica, perchè ascoltare Edoardo Winspeare è tutta un’altra cosa. E’ in grado di raccontarci un sud che affascina e che si evolve, seppur torturato dalle contraddizioni di sempre.
Ha diretto il film “Il miracolo” (Guarda il trailer) e ha ricevuto il Premio “Pino Veneziano 2008”.

Pino Veneziano, per chi ancora non lo sapesse, serviva ai tavoli del Lido Azzurro a Selinunte e suonava la chitarra, cantando in dialetto contro le oppressioni e in difesa degli ultimi.
Se ne accorse subito Fabrizio De Andrè che, vedendo in Pino se stesso in versione meridionale, lo volle come spalla nel suo primo concerto in Sicilia.

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Commenti

Copyright © 2014 Castelvetrano 500 firme. All rights reserved.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.