“Sono la moglie di uno degli operai del Gruppo 6 Gdo…”

31 ottobre 2013 di Egidio Morici

Questa breve lettera, che pubblico volentieri, credo dia il senso di ciò che sta accadendo alle famiglie dei lavoratori del Gruppo 6 Gdo.
Sono la moglie  di uno degli operai del Gruppo 6 Gdo e ringrazio 500firme.it per gli articoli su quanto sta accadendo ai lavoratori.  
Sembra che le istituzioni, nonostante conoscano bene il problema,  non possano fare niente. Mi è stato detto che lo stato (la s in minuscolo è voluta) non può fare impresa. 
Mi chiedo il perché. Mi chiedo come si possa mai affermare il principio di legalità, buttando quasi 500 famiglie in mezzo a una strada. Mi chiedo che senso abbiano le manifestazioni antimafia, i convegni, le parole, quando alla fine si ha a che fare con uno stato che ha fallito. Altro che lotta alla mafia! Mi sento offesa, indignata, disgustata.

E non riesco a vedere nulla all’orizzonte. Nemmeno i politici. Eppure si tratta di una fetta di economia molto rilevante per la nostra città e per quelle vicine. Senza colore politico, avrebbero dovuto unirsi tutti da un bel po’ per aiutare gli onesti lavoratori, per cercare di scongiurare la fine. 
Invece regna la solitudine. E, quel che è peggio, la paura.

La solita paura che c’è in tutte le riorganizzazioni aziendali, dove alcuni rimarranno e altri no. Quella paura che ti impedisce di protestare, perché qualcuno ti ha già detto che se si vuole rimanere è meglio non fare casino.

La stessa paura che mi costringe a chiedere di non pubblicare il mio nome.

Grazie.

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Commenti

Copyright © 2014 Castelvetrano 500 firme. All rights reserved.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.