[VIDEO] Selinunte. Eutrofizzazione nel Belice inquinato

18 ottobre 2014 di Egidio Morici

 

 
Immagine anteprima YouTube
 
Di Egidio Morici – Eutrofizzazione. E’ questo il fenomeno che sta interessando il fiume Belice (e non solo).

Succede spesso, soprattutto nei periodi in cui c’è la molitura delle olive.

La causa è chiaramente multifattoriale, perché si manifesta in presenza di eccesso di sostanze nocive: fertilizzanti, scarichi fognari, detersivi e, appunto, reflui dei frantoi, che sono quelli a più alto rischio inquinante tra i reflui dell’industria agroalimentare.

L’acqua che si colora di verde è quindi un chiaro segnale di forte inquinamento.

 

Una colorazione che negli anni si è frequentemente riscontrata anche nel tratto di mare nei pressi del depuratore, considerata da ingenui villeggianti in barca una positiva caratteristica da Costa Smeralda.

E’ lo stesso verde che spesso compare all’interno del porticciolo turistico, tra alghe, idrocarburi e materiale fognario proveniente dallo sfioratore di piena posizionato all’interno e collegato con le vasche di raccolta.

L’inquinamento del Belice non è certo collegato soltanto a questi periodi dell’anno in cui il fenomeno dell’eutrofizzazione è particolarmente marcato. Ricordiamo che l’assessorato alla Sanità della Regione Siciliana ha disposto l’assoluto divieto di balneazione nel tratto di mare a 200 metri a destra e a sinistra della foce.

 

L’assenza di cartelli ha però portato turisti e villeggianti a tuffarsi perfino dentro il fiume che, trovandosi all’interno di una riserva naturale (quella appunto della foce del Belice) viene erroneamente percepito come naturale e benefico. Nell’estate trascorsa è stato addirittura teatro di curiose iniziazioni, con tanto di fango spalmato sul corpo degli adepti.

Purificazione, ovviamente.

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Commenti

Copyright © 2014 Castelvetrano 500 firme. All rights reserved.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.