Castelvetrano e la nuova giunta: il lato osceno del potere

18 febbraio 2015 di Egidio Morici

 

Lo Sicuto Errante

 

Di Egidio Morici – Quello che è accaduto a Castelvetrano, con la nascita della nuova giunta del sindaco Felice Errante è qualcosa di letteralmente “osceno”. Le dinamiche precise che hanno portato ad una situazione così grottesca, si sono svolte appunto “fuori dalla scena”, con l’altissima probabilità di rimanere ignote. Accadimenti coperti da un’omertà funzionale al mantenimento del potere per alcuni e alle porte aperte per raggiungerlo per gli altri.

La scena che nasconde l’osceno non poggia nemmeno su basi solide, al punto che chiunque si può accorgere di quanto sia posticcia e improvvisata. Ma tanto non la controlla nessuno, complice anche l’atavica memoria corta di un elettorato (quello di massa, almeno) al quale è possibile far bere di tutto.

 

Il terremoto politico nato per dare spazio in Giunta al gruppo di Giovanni Lo Sciuto (che da acerrimo rivale di Errante alle scorse amministrative, adesso è finito anche lui nello stesso partito, il Ncd) alla fine ha partorito una squadra ibrida, che non ha identità, né politica, né tecnica. E soprattutto senza gli assessori suggeriti dall’onorevole che, in uno stranissimo comunicato stampa, invece puntualizza di non avere mai richiesto alcuna rappresentanza e di non essere interessati a poltrone di qualsiasi genere.

Delle due l’una: o ha capito male Errante, offrendo a Lo Sciuto una visibilità non richiesta, oppure i nomi suggeriti sono stati considerati improponibili.

 

Ecco, il fuori scena potrebbe essere proprio questo secondo caso. Chissà, magari tra pochi mesi si potranno mettere d’accordo su altri nomi. Oppure Errante sarà costretto a digerirli lo stesso.

Sono cose che capitano e per certi versi anche prevedibili, soprattutto da quando Giovanni Lo Sciuto eletto all’Ars in quota Mpa, dopo essere transitato nel Ncd, è stato nominato da Angelino Alfano nel direttivo nazionale del partito.

Una cosa è certa: “patti di responsabilità” e “rilanci di attività amministrativa” non c’entrano proprio nulla. E ovviamente, come spesso accade, l’osceno viene coperto dalla scena unicamente nel sempre più abusato “interesse della città”.

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Commenti

Copyright © 2014 Castelvetrano 500 firme. All rights reserved.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.