Selinunte. Fognature intasate, liquami in spiaggia

14 marzo 2015 di Egidio Morici

 

Selinunte liquami in spiaggia

 

Di Egidio Morici – Ecco cos’è successo a Marinella di Selinunte durante i forti acquazzoni dei giorni scorsi.

Le foto, postate su Facebook, si riferiscono a pochi giorni fa e danno la misura di quanto il mare della borgata venga torturato tutte le volte che piove un po’ più intensamente.

I tombini saltano. E i liquami fognari vanno a finire nella vicinissima spiaggia dello Scalo di Bruca.

 

La “soluzione”? Una nuova fognatura naturalmente, quella da decine di milioni di euro (tra Castelvetrano, Selinunte e Triscina), finanziati dall’Europa. Peccato che si tratti di una soluzione a lunga prospettiva per un problema che invece ha tutta l’area di essere più che emergenziale per una borgata a vocazione turistica. Insomma, una “soluzione” molto simile a quella per eliminare il problema delle alghe nel porto: un nuovo porto da altre decine di milioni di euro, che l’Europa però non ha intenzione di finanziare e quindi il Comune spera nell’investimento del privato.

 

Oggi è difficile dire di chi sia la colpa. Certo è che anche i lavori della fognatura di Marinella di Selinunte, agli inizi degli anni novanta, rientrarono tra quelli che all’epoca venivano appaltati direttamente da Angelo Siino, il cosiddetto ministro dei lavori pubblici della mafia, in accordo tra esponenti della pubblica amministrazione e di cosa nostra. Si tratta anche di quei lavori che generarono il cosiddetto “debito Saiseb”, che ancora oggi i cittadini di Castelvetrano stanno pagando.
 

Selinunte Liquami fognari a mare1

 
Selinunte liquami fognari a mare5

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Commenti

Copyright © 2014 Castelvetrano 500 firme. All rights reserved.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.