Socialismo in Sicilia, Gaspare Saladino e il Psi

31 maggio 2016 di Egidio Morici

g.saladino_agatakatialococo

 

CLICCA QUI PER LA VIDEO INTERVISTA

Storico esponente del Partito Socialista Italiano, Gaspare Saladino è stato vicepresidente della Regione Siciliana dal ’74 al ’76. Deputato alla Camera fino al 1983 e sottosegretario di Stato alle Poste e Telecomunicazioni nel governo Forlani e nei due governi Spadolini.

Lo abbiamo intervistato qualche giorno fa in occasione della presentazione del suo libro “Socialismo in Sicilia” a Santa Margherita Belice.

 

Non è un libro di nostalgie sul socialismo, ma un tentativo di rinascita?

Si. E’ un modo per suscitare un interesse ancora maggiore verso il Psi e rispondere alla domanda che molti si fanno, non soltanto i socialisti: perché oggi i socialisti sono assenti dalla politica del nostro Paese? A chi giova quest’assenza? Nel nostro attuale quadro politico, i socialisti potrebbero dare un contributo notevole, secondo me, indirizzando un percorso meno difficoltoso rispetto a quella che è oggi la politica in Italia.

 

Quanto è difficile, in questo periodo di disaffezione nei confronti della politica, cercare di ricreare l’interesse?

Le idee devono essere al centro del dibattito politico e non le manovre, le sottomanovre o le posizioni di potere. L’idea socialista è in grado, a mio avviso, di rimettere in discussione questa situazione attuale e riportarla sui binari giusti per far andare avanti la democrazia e la giustizia sociale nel nostro Paese.

 

Nella presentazione del suo libro, lei ha parlato di Autonomia Siciliana. Come siamo messi?

L’autonomia doveva essere lo strumento per il progresso della Regione Sicilia, cosa che purtroppo non è stata, per tutta una serie di ragioni, ma soprattutto per il decadimento delle ideologie e il declino della politica. C’è una sorta di marasma da cui non si riesce ad uscire, mancano i punti di riferimento, i cittadini non sanno più con chi si debba interloquire per potere portare avanti una democrazia importante.

 

Come spiegherebbe ad spiegare ad un ragazzino di 10 anni che cos’è il socialismo?

Il socialismo è un mondo migliore di quello che viviamo, in cui non ci siano abusi, ingiustizie, arroganze. Dove ci sia invece libertà, democrazia, giustizia. Una vita serena ed equilibrata.

 

Egidio Morici

 

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Commenti

Copyright © 2014 Castelvetrano 500 firme. All rights reserved.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.