Il cavallo morto a Castelvetrano è di un tizio di Partanna, che però…

3 ottobre 2018 di Egidio Morici

1538564494-0-storia-cavallo-morto-castelvetrano-identificato-proprietario
 
Non è stato ancora seppellito il cavallo morto dopo una lenta agonia a Castelvetrano. Lunedì scorso era stato trovato da un cane che aveva attirato l’attenzione della sua padrona che vive nei paraggi.
 
Il proprietario del cavallo, un uomo di Partanna, è stato rintracciato attraverso il microchip ma, sentito dai vigili urbani, detto di aver ceduto l’animale ad un tizio. E’ stata sentita anche quest’altra persona che, a sua volta, l’avrebbe ceduto ad un altro tizio e questi ad un altro tizio ancora. Al momento i vigili urbani stanno cercando di risalire all’ultimo detentore dell’animale e avrebbero già relazionato alla procura della Repubblica di Marsala, ma intanto il seppellimento dovrebbe essere a carico del proprietario indicato dal microchip.
 

La sezione dell’Enpa di Castelvetrano fa sapere che presenterà una denuncia per maltrattamento, attraverso l’ufficio legale nazionale.
“ E’ davvero triste rendersi conto di come un essere senziente possa essere considerato un rifiuto, soltanto perché malato – ha affermato Corinne Tamburello, dell’Enpa Castelvetrano – Quello che è successo a Castelvetrano è inaccettabile, noi andremo fino in fondo”.
 
Egidio Morici per TP24.it

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Commenti

Copyright © 2014 Castelvetrano 500 firme. All rights reserved.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.